11 abitudini di guida che non vuoi

Andare a cavallo è solo seduto giusto? No! Stare su e controllare un cavallo richiede lo stesso tipo di forza muscolare e coordinazione di molti altri sport come il ballo da sala, le arti marziali, lo sci alpino e altri. Devi imparare come usare il tuo corpo e l'equilibrio per rendere la tua corsa più comoda, sicura e più facile per il tuo cavallo.

Tuttavia, è facile prendere cattive abitudini di guida, soprattutto se non lavori regolarmente con un trainer. Ecco undici dei problemi più comuni a cui prestare attenzione mentre impari a cavalcare il tuo cavallo.

  • Mani larghe e piatte

    È comune per i nuovi ciclisti lasciare che le redini scivolino tra le dita o appendere le mani.

    Ricorda di chiudere tutte le dita attorno alle redini con una presa ferma ma delicata. Immagina di tenere in braccio un pulcino e quella è la giusta quantità di pressione con cui tenere le redini; non hai bisogno di una presa mortale, ma tienili con una forza sufficiente per evitare che scivolino tra le dita e si allentino troppo. I pollici devono essere ruotati verso l'alto per evitare di tenere le mani piatte, con i palmi rivolti verso il suolo. Le mani piatte rendono più difficile fornire aiuti efficaci per le redini e tenere le redini troppo larghe significa che il cavallo può facilmente tirarle attraverso le dita.

  • Spalle arricciate

    Quando andiamo a cavallo, dobbiamo costantemente controllare e correggere la nostra postura e tenere le spalle indietro. Abbassare le spalle significa che potresti avere un momento più difficile nel mantenere un buon posto e aiuti efficaci per le redini. Nel tempo, una cattiva postura può causare dolore alla schiena e alle spalle.

  • Sporgersi in avanti troppo frequentemente

    A volte è necessario sporgersi in avanti, ad esempio quando si salta. Tuttavia, quando fai un lavoro piatto (non saltare), sporgerti in avanti ti getta via dal baricentro quando sei su un cavallo e può essere difficile indurre il tuo cavallo correttamente. Inoltre, se il tuo cavallo si ferma bruscamente o si spaventa improvvisamente, questa azione tende a spingerti in avanti fuori dalla sella. Se ti stai già sporgendo troppo in avanti, potresti essere abbastanza sbilanciato da cadere in avanti sopra la spalla del tuo cavallo.



  • Posizione del tallone

    'Heels down' è qualcosa che la maggior parte dei ciclisti principianti sentirà frequentemente dal loro allenatore. Assicurarsi che i talloni siano premuti verso il basso contribuirà a mantenere il piede in una posizione corretta nella staffa. Inoltre, i talloni abbassati aumentano il contatto tra la gamba e il corpo del cavallo. Questo ti aiuta a comunicare con il tuo cavallo e ti dà un posto molto più centrato e sicuro in sella.

    Continua su 5 di 11 in basso.
  • Mani rigide o pesanti

    Le mani rigide e pesanti sono cattive come le mani piatte e allentate. Le mani pesanti sono più difficili sul cavallo, perché se cavalchi con mani pesanti eserciterai troppa pressione sulla bocca del cavallo. Ciò può causare problemi come il lancio e l'allevamento della testa. Per evitare questa cattiva abitudine di guida, non stringere le mani attorno alle redini come se stessi facendo un pugno. Tieni le redini saldamente ma delicatamente.

  • Guardando giù

    Guardare in basso significa che non guarderai dove stai andando. Ciò influisce sul tuo centro di equilibrio e non ti consente di prepararti per ciò che è davanti, soprattutto quando salti o sul sentiero e incontri vari ostacoli. Quando sei in sella, focalizza lo sguardo all'incirca dieci volte davanti al cavallo.

  • Appoggiarsi a turno

    Mentre il banking dei tuoi turni può essere desiderabile quando vai in bicicletta, non ti vuoi appoggiare all'interno mentre giri in cerchio o ti pieghi a cavallo. Affinché il tuo cavallo si bilanci facilmente nelle curve strette, vuoi mantenere il tuo equilibrio il più centrato possibile. Inclinarsi verso l'interno rende questo più difficile sul cavallo. Un buon esempio è un modo in cui molti corridori di botte fanno curve strette. Vedrai che in realtà mantengono il loro peso basso e centrato nella sella, permettendo al cavallo di effettuare la curva in modo rapido ed efficiente.

  • Seduta sedia seduta

    Stare seduti su una sedia a cavallo è un problema molto comune. Ciò significa che ti siedi indietro e ti chini, come se ti stessi sdraiando su una poltrona. Questo tipo di guida sposta il centro dell'equilibrio troppo indietro sul cavallo e spinge anche le gambe troppo in avanti e lontano dal corpo del cavallo, rendendo più difficile la comunicazione. Inoltre, questa postura in sella rende difficile indurre il cavallo con le redini, postare o sedere il trotto e mantenere le braccia e le mani nella posizione corretta.

    Continua fino a 9 di 11 sotto.
  • Hollow Back

    Quando ci viene detto di sederci dritti e di spingere indietro le spalle, potremmo effettivamente compensare eccessivamente e scavare le nostre spalle. Avere una schiena vuota influisce sulla tua posizione in sella, influenzando il nostro equilibrio e la nostra capacità di muoverci con il cavallo. Provoca anche un eccesso di tensione sulla schiena e nel tempo può causare mal di schiena.

  • Pizzicando con le ginocchia

    Nel tentativo di afferrare le nostre gambe e rimanere sul nostro cavallo, molti di noi pizzicano con le ginocchia. Ciò rende difficile applicare gli ausili per le gambe e influisce sulla posizione in sella. Può rendere più difficile la pubblicazione del trotto e aggiungere rimbalzo quando si tenta di sedersi. Cerca di rilassarti al ginocchio e di abbassare i talloni. Concentrati sui polpacci e sulle cosce.

  • Gomiti rigidi

    I gomiti dovrebbero sempre rimanere al tuo fianco mentre guidi, a meno che non salti o non sia necessario rilasciare le redini del cavallo quando tossiscono o inciampano. Dopo che il tuo cavallo è atterrato o recuperato, i gomiti dovrebbero tornare al tuo fianco. Mantenere i gomiti dritti e rigidi influisce sull'equilibrio e sulla capacità di spingere efficacemente il cavallo.

If you suspect your pet is sick, call your vet immediately. For health-related questions, always consult your veterinarian, as they have examined your pet, know the pet's health history, and can make the best recommendations for your pet.