Tutto su Tabby Cats e i loro modelli di colore

Il nome 'gatto soriano' ricorda molte cose diverse per persone diverse. La vecchia frase 'gatto randagio' può venire in mente ad alcune persone: l'agguato di vicoli e cassonetti con la pelle ruvida, il naso a cicatrici, le orecchie stracciate. Altri penseranno ai loro gatti preferiti.

I tabby sono così onnipresenti che molte persone pensano a loro come a una razza. Non così; il tabby è un modello di colore, spesso strisce, ma a volte strisce e spirali o persino macchie e strisce. Il modello del tabby è così popolare che oggi può essere trovato in molti gatti di razza ed è accettato in molte razze dai registri più popolari.

Sebbene ci siano molte varianti di ciascuno, il modello tabby rientra in quattro classi di base. Un quinto include il tabby come parte di un altro modello di colore di base, ad esempio il tabby 'rattoppato', che può essere un gatto calico o tartarugato con toppe di tabby (quest'ultimo è chiamato 'torbie'). Alcune razze appuntite consentono anche 'punti tabby' all'interno dei loro standard di colore. Non sorprende che il gatto soriano sia onnipresente. Il gene per il modello tabby può essere trovato in tutti i gatti domestici. Guarda un gatto 'nero carbone' al sole un giorno e vedi se riesci a trovare i segni nascosti del tabby.

Tipi di modelli Tabby

  • Classico: Questo modello di solito ha spirali che finiscono in un 'bersaglio' sul lato del gatto. Molti gatti americani a pelo corto dimostrano questo schema. Il gatto raffigurato in questa tabella ha un contrasto cromatico molto elevato, che mostra chiaramente i suoi spirali.
  • Sgombro (a strisce): Questo è di gran lunga il modello più comune, al punto che alcune persone pensano che avrebbe dovuto ricevere il titolo 'Classico'. I tabby dello sgombro hanno anelli a strisce intorno alla coda e alle gambe, una 'collana' di strisce sul davanti dei loro petti e bande di strisce solide o rotte che corrono lungo i lati del loro corpo. Avranno un colore più scuro in punti che corrono in due righe lungo le loro pancia (chiamati 'bottoni della maglia'). Il gattino zenzero nella tabella mostra un esempio di strisce rotte. Lo stesso gatto è mostrato sopra come un adulto.
  • Macchiato: Ocicat e American Bobtail sono buoni esempi di pattern tabby macchiati, anche se alcuni moggies dimostreranno anche questo modello di colore. L'American Bobtail nel grafico illustra il modello tabby macchiato alla perfezione.
  • Agouti (barrato): La maggior parte dei gatti soriano avrà peli di agouti come parte del loro schema. Se guardi da vicino, vedrai diverse bande di colore lungo la lunghezza dei peli del gatto. I gatti con un disegno tutto spuntato brillano quasi alla luce del sole, a causa della variazione di colore. L'Abissino nel grafico è un classico esempio di tabby con segni di spunta o motivo agouti.

Razze che accettano il modello Tabby

Come accennato, molte razze accettano il modello tabby in una variante o nell'altra. In effetti, un 'tabby inglese' di 21 libbre è stato documentato per essere apparso alla prima mostra di gatti al mondo tenutasi al Crystal Palace a Londra nel 1871. Ecco un elenco di razze a cui è consentito il modello tabby in CFA:

  • Abissino (barrato)
  • Bobtail americano
  • American Curl
  • American shorthair (il modello classico)
  • American Wirehair
  • Birman (punti tabby)
  • Colorpoint Shorthair (punti tabby chiamati 'Punti Lynx')
  • Mau egiziano (il tabby macchiato originale)
  • Esotici (persiani dai capelli corti)
  • Giavanese (punti Lynx)
  • LaPerm (ha le sue radici in un 'gatto della stalla')
  • Maine Coon (probabilmente il più popolare gatto soriano con pedigree)
  • Manx
  • Gatto della foresta norvegese
  • Ocicat
  • Orientale (con 112 combinazioni di tabby)
  • persiano
  • Ragdoll (punti Lynx)
  • Rex (Devon, Selkirk e Cornish)
  • Scottish Fold
  • Siberiano (un'altra razza 'naturale' di gatti soriano)
  • Singapura (barrato)
  • Somalo (pelo lungo spuntato)
  • Angora turca (14 modelli / colori di tabby consentiti)
  • Van turco (sei modelli / colori tabby)

Probabilmente la caratteristica più distintiva che si vede in comune su tutti i gatti soriano è la 'M' sulla fronte. Vedrai anche questa 'M' su molti dei grandi gatti della giungla, come tigri, ghepardi e ocelot.

Dagli antichi giorni egiziani venne la prima leggenda su questa marcatura unica. I gatti si chiamavano Mau, molto probabilmente un riflesso del loro suono conversazionale. La parola Mau traduceva anche in vedere o luce. Dal momento che gli occhi dei gatti appaiono così luminosi di notte, sono bastati solo un paio di passi per associare questi gloriosi animali alla luna e il loro segno per riflettere quella relazione. Il Mau egiziano discende direttamente da quegli antichi gatti egiziani; addomesticato come progenie del gatto selvatico africano; porta la 'M' fino ai giorni nostri.



Tabby nella mangiatoia

Un'altra meravigliosa leggenda sull'origine della 'M' racconta di Maria e del gatto soriano nella mangiatoia. Sembra che il bambino Gesù fosse freddo e agitato, e Maria chiese agli animali della mangiatoia di avvicinarsi per riscaldarlo. La mangiatoia era semplicemente troppo piccola per riuscirci, ma un piccolo gatto soriano entrò e si accoccolò accanto al bambino e lo coccolò con le fusa e il calore. Mary fu così grata che diede la sua iniziale 'M' sulla fronte del gatto.

Mohammed e il Tabby

La leggenda dell'Islam ci dice che Maometto amava i gatti. Una storia racconta che una volta si è tagliato una manica di un indumento quando ha dovuto andarsene per andare a pregare piuttosto che disturbare il suo gatto, Muezza, che dormiva sulla manica. Si dice che la ragione per cui amava così tanto i gatti è che una volta gli si è salvato la vita quando un serpente gli strisciava nella manica. (Questa potrebbe essere una variante della famosa storia di Muezza.) La leggenda afferma anche che Maometto conferì ai gatti la capacità di atterrare sempre in piedi. La scrittura di Mohammed racconta la sua visione di una donna punita all'inferno per aver fatto morire di fame il suo gatto. Tutte queste storie sono dovute al presupposto che la 'M' simboleggia l'enorme stima che Mohammed provava per i gatti e che la vista della 'M' sulla fronte di un gatto evoca ricordi di Mohammed. In ogni caso, i gatti oggi sono ancora generalmente protetti e rispettati nel mondo islamico e sono persino ammessi all'interno delle moschee.

Amato da Bast

Un'altra storia preferita della magnifica 'M' è stata raccontata da Jim Willis nella sua storia, Beloved of Bast, che è inclusa nel suo libro 'Pieces of my Heart-Writings Inspired by Animals and Nature'. Racconta la storia di un vecchio tabby marrone 'fienile' di nome 'Madre'.

Un altro pezzo citato di frequente afferma che nell'antico Egitto i gatti venivano venerati come dei e il gatto non l'ha mai dimenticato. In effetti, la dea Bastet era raffigurata con la testa di un gatto e Re, il dio del sole era spesso raffigurato come un gatto.

Non c'è da stupirsi che i gatti soriano siano particolarmente degni della stima in cui li teniamo. Molti di loro stanno creando le proprie leggende oggi, un fatto al quale molti di voi attesteranno.